« A pochi metri da luoghi e servizi importanti, ma nessuno li vede».

Ennesima lettera che segnala l'incuria di una città attenta a difendere l'indifendibile.

« A pochi metri da centri e servizi importanti della città, ti segnalo questa indecente situazione che nessuno vede». A scrivere una lettera al blog è un cittadino tempiese attento, amante della sua città che si stinge ogni giorno di più o si colora, a seconda dei casi e dei punti di vista. La zona interessata è davvero sotto gli occhi di tutti, e la lettera spiega, con profonda amarezza, quanto poco occorrerebbe per un monitoraggio quotidiano di vie e luoghi, così come un’attenzione verso quel patrimonio che tutti dicono di pregio. Tutti, tranne chi dovrebbe salvaguardalo e tutelarlo con maggiore rispetto. Un cittadino deve segnalare solo se non ascoltato dall’amministrazione mentre spetta ad essa la quotidiana cura e sorveglianza sui beni e sul patrimonio ambientale.

La lettera.

« Caro Antonio, seguo da sempre il tuo blog e ti ringrazio per le informazioni che puntualmente ci fornisci. Ti ringrazio se vorrai prendere in considerazione questa mia segnalazione. Si parla spesso, nel tuo blog, di curia del verde pubblico, della esemplare pulizia delle strade, ecc. ecc.».

A pochi metri da servizi importanti, scuole, ospedale e luoghi prestigiosi

«Ti invio qualche foto relativa ad un marciapiedi nel cuore della città. Il marciapiedi è adiacente a posteggi “blu”, quindi a pagamento. Per essere ancora più chiaro, si paga per parcheggiare l’auto in questi stalli per poi raggiungere il luogo dove si deve andare. I marciapiedi di cui parlo, distano 50 mt. dal tribunale, 20 dall’ex INAM (Poliambulatorio), 100 metri dall’ospedale. Per maggiori dettagli, anche se penso bastino ad inquadrare con esattezza il luogo, aggiungo che dista 50 metri dal Parco delle Rimembranze e 15 dal Parco Grandi mentre in appena 10 metri siamo all’Istituto Tecnico Commerciale. Penso che possano ritenersi luoghi centrali o sbaglio?» 

«Ogni santo giorno, nel luogo passano gli agenti di polizia locale nella loro quotidiana attività di controllo. Tra i compiti che hanno, anche il prelievo dalle macchinette di sosta  a pagamento dei  soldi degli utenti destinati alle casse comunali. Queste sconcezze sul marciapiede le vedono, non bene ma benissimo. Mi chiedo cosa occorra per far si che questi marciapiedi non siano invasi letteralmente dalle erbacce e anche perché nessuno, compresi gli agenti di polizia urbana, non ne segnali la presenza. Non credo che tale eccesso di erbacce contribuisca all’immagine di Tempio Città Pulita. Non lo è e non lo potrà mai essere se nemmeno questi luoghi, a pochi metri da tutto, sono puliti. Dove sta  il decoro urbano? Buon Ferragosto a tutti» (lettera firmata).

Related Articles