Golfo Aranci, 22 aprile, 30° International Marconi Day, il resoconto dell’ARI di Olbia.

Il gruppo A.R.I. di Olbia posa prima di lasciare Capo Figari per la tradizionale foto del ricordo di questa giornata.

Golfo Aranci, 23 apr. 2017-

Il gruppo mentre effettua collegamenti radio con tutto il mondo.

Una giornata che da 30 anni è diventata un appuntamento fisso in tutto il mondo, la celebrazione della prima trasmissione radio che Guglielmo Marconi effettuò proprio l’11 agosto 1932 dal promontorio di Capo Figari, stupendo luogo che conserva ancora le rovine di quell’avvenimento.

Lo scorso anno raccontammo personalmente l’avvenimento di quella giornata con gli amici straordinari dell’ARI di Olbia, Associazione Radioamatori Italiana. Questa 30esima edizione invece ve la raccontiamo attraverso le foto di un radioamatore di Tempio, unico della sezione di Olbia, Marino Gobbi, che ci ha fatto in questi anni l’onore di essere un nostro graditissimo amico.

Guglielmo Marconi, fisico bolognese nato il 25 aprile del 1874, è stato a buon diritto colui il quale scoprì le onde radio e la possibilità che, attraverso esse, si potesse unire luoghi e persone, a prescindere dalla distanza. A lui si deve la telegrafia senza fili, da cui derivano la radio e tutti i moderni sistemi di comunicazione. Non a caso fu premio Nobel nel 1909. Non fu il solo che studiò le onde radio, tanto che tuttora si discute se fu lui o Tesla ad inventare la radio.

«Anche quest’anno – racconta Marino Gobbi – ci siamo ritrovati a Capo Figari, località scelta da Marconi per effettuare la sua prima trasmissione in microonde in direzione di Rocca di Papa vicino Roma, da questa località anche noi radioamatori della sezione di Olbia abbiamo approntato le nostre apparecchiature ed effettuato collegamenti a livello internazionale, per l’esattezza 214 con vari paesi europei. Il nominativo internazionale a noi assegnato per l’occasione è IYØGA, e con questo ci prefiguriamo ogni anno di poter rinnovare questo esperimento. La data del 22 aprile non è casuale, è la data più vicina all’anniversario di nascita di Guglielmo Marconi che ricade il 25. Tutte le stazioni che hanno effettuato collegamento con la stazione commemorativa di Golfo Aranci riceveranno una cartolina particolare dell’evento quale conferma dell’avvenuto collegamento.

In allegato ti mando alcune foto, sia del Gruppo che ha attivato la stazione radio che di alcuni momenti di trasmissione.

Ti ringrazio come sempre del tuo cortese interessamento alle nostre attività radiantistiche.

Come si dice tra noi radioamatori 73. Marino Gobbi – IsØmam

Eccovi le foto scattate per celebrare un bel momento di incontro con la storia, per vivere una giornata di socialità bellissima di cui siamo stati testimoni lo scorso anno. Nella confusa, caotica, ricerca di spendere parte del nostro tempo per qualcosa di positivo, questa attività degli amici radioamatori è diventata di estremo aiuto per il prossimo come attesta la loro attiva partecipazione nelle situazioni di emergenza, laddove nessun segnale telefonico, o di internet può esserci, il segnale radio c’è.

L’impegno dei radioamatori al servizio della collettività che ieri, col Marconi Day, ha vissuto un momento di ricordo, di amicizia, di condivisione di una passione, atta anche a cementare una comune visione del prossimo e la stessa autentica voglia di essergli di aiuto.

Ringraziamo gli amici dell’ARI di Olbia, l’amico Marino Gobbi per averci fornito il resoconto della giornata di questo Marconi Day. Grazie di vero cuore da Galluranews.

Antonio Masoni 

Commenta

Commenti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*