Luigi Arru smentisce la notizia. La lettera del legale.

“Scrivo in nome e per conto del Dott. Luigi Arru, ex assessore alla Sanità per la Regione Sardegna, il quale mi incarica di esprimere tutto il proprio rammarico e disappunto in relazione al contenuto dell’articolo a firma Antonio Masoni, del 14 settembre u.s., pubblicato in codesto sito di informazione, nella rubrica SALUTE E SANITA’, col titolo “Luigi Arru, nuovo Direttore Sanitario del

Mater Olbia?”, siccome niente affatto rispondente al vero e totalmente destituito di qualsiasi fondamento.

L’ipotesi che il mio assistito sia il futuro direttore sanitario del Mater Olbia costituisce solo ed esclusivamente una mera insinuazione, totalmente falsa e destituita di qualsiasi fondamento, deliberatamente lesiva della sua onorabilità e reputazione. Insinuazione particolarmente grave, perché asserita in termini di mera plausibilità, sebbene fosse stata già ripetutamente smentita pubblicamente dallo stesso interessato, senza che siaverificato alcun fatto che possa averla resa più attuale e concreta o anche solo possibile.

A tacere della contraddittorietà intrinseca insita nel giustapporre l’asserita incompiuta dell’opera, in qualche maniera addebitata al mio assistito, col fatto che lo stesso Dott. Arru dovrebbe assumere il ruolo di direttore sanitario.

Altrettanto infondata, totalmente fantasiosa e inaccurata, ma non meno gratuita e denigratoria, è l’affermazione che il Dott. Luigi Arru sarebbe indagato da ben tre Procure della Repubblica.

Risulta, pertanto, evidente come tali insinuazioni siano animate dal malizioso e lucido intento di infangare la reputazione e l’onorabilità del dottor Arru, con chiara allusione a suoi tornaconti di carattere personale, del tutto falsi e inesistenti.

Una vera e propria aggressione offensiva e denigratoria, assunta nella consapevolezza della sua capacita di arrecare danno anche solo alimentando il sospetto, in totale spregio della verità dei fatti.

Per tali ragioni, mentre mi riservo di agire in tutte le sedi giudiziarie a tutela degli interessi del mio assistito, sin da ora chiedo che codesto sito provveda all’immediata rimozione spontanea dell’articolo in questione dal web, siccome palesemente infondato e gratuitamente lesivo dell’onorabilità e reputazione del Dott. Luigi Arru.” Distinti saluti.

Related Articles