Olbia, Il sospetto caso di meningite è stato confermato ma non è un’infezione da meningococco. Gli aggiornamenti dell’Assl.

Ospedale Giovanni Paolo II di Olbia - foto galluranews

Olbia, 11 gen. 2018-

 

1° aggiornamento

Sono stazionarie le condizioni di salute del 50enne da ieri notte ricoverato nel reparto Malattie infettive del “San Francesco” di Nuoro che mostrava sintomi di una sospetta infezione meningea.

Gli accertamenti in corso sin dal pomeriggio di ieri hanno escluso con ragionevole certezza la meningite da meningococco, quella particolarmente aggressiva.

Attualmente, le caratteristiche morfologiche e microscopiche del germe isolato e le caratteristiche delle colonie cresciute nei terreni di coltura, hanno evidenziato che l’agente patogeno responsabile dell’infezione meningea è lo “streptococco pneumoniae”, meglio noto come “pneumococco”, responsabile di polmoniti e otiti, per il quale sono in corso le cure del caso sul paziente.

La certezza sulla natura batterica si avrà con la conferma biochimica (attesa nella serata di oggi) e antibiogramma (attesa nella mattinata di domani), attualmente in corso.

Così come previsto dal protocollo, il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Ats – Assl di Olbia ha attivato sin da ieri l’indagine epidemiologica suo contatti stretti, mentre da questa mattina ha sospesa la profilassi dei contatti stretti avviata nella serata di ieri e prevista in caso di meningite da meningococco.

 

 

2° aggiornamento

Il paziente ricoverato ieri sera nel reparto Malattie infettive del “San Francesco” di Nuoro per una sospetta infezione meningea sta rispondendo positivamente ai trattamenti.  

Inoltre si conferma in via definitiva che si tratta di un caso di “streptococco pneumoniae”, meglio noto come “pneumococco”,responsabile di polmoniti e otiti, come diagnosticato dalle analisi effettuate presso l’Istituto di Igiene e Medicina Preventiva dell’Aou di Sassari.

Si ricorda, come previsto dal protocollo, che il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Ats – Assl di Olbia ha attivato sin da ieri l’indagine epidemiologica riguardo i contatti stretti, che proseguiranno nei prossimi giorni, mentre da questa mattina è stata sospesa la profilassi prevista invece in caso di meningite da meningococco.

Commenta

Commenti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*