Sassari, Le Tecniche Artistiche e la Sardegna, sabato 23 settembre, ore 10.00 – Accademia di Belle Arti di Sassari.

Sassari, 22 set. 2017-

Grazie a Luigi Agus per questa notizia:

E’ in programma sabato prossimo, 23 settembre alle 10, nell’Aula magna della Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” di Sassari una giornata di studi dedicata alle “Tecniche artistiche e la Sardegna”.

L’incontro, coordinato dai docenti dell’Accademia sassarese, Luigi Agus e Giorgio Auneddu Mossa, sarà aperto da quest’ultimo con un breve prologo. A seguire gli interventi di Patricia Olivo (Soprintendenza di Cagliari) che analizzerà “Un raffinato esempio di bottega rinascimentale in Sardegna:la formella in ceramica policroma della Madonna di Bonacatu” la cui datazione è confermata ai primi decenni del XV secolo, con una provenienza presumibilmente dalla bottega di Donatello; Maria Francesca Porcella (Soprintendenza di Cagliari) nel suo intervento relativo al”Retablo della Madonna degli Angeli di Oristano (XV sec.) Rilettura iconografica alla luce del recente restauro”. Chiuderà gli interventi del mattino Luigi Agus (Accademia di Belle Arti di Sassari) con un interessante contributo dedicato a “I Raxis-Sardo, una sconosciuta famiglia sarda protagonista del rinascimento andaluso”. Gli studi recenti hanno permesso di individuare altri membri di questa famiglia-originaria di Cagliari-attivi nell’isola, tra cui un argentiere, e alcune opere inedite di grande importanza.

Gli interventi del pomeriggio, dalle 15.00, saranno coordinati da Claudio Gamba e prevedono le analisi di Alma Casula (Accademia di Belle Arti di Sassari) su “Gli altari lignei di Santa Maria di Betlem a Sassari, uno straordinario esempio di “effetto speciale” d’epoca barocca”; Maria Passeroni (Soprintendenza di Cagliari) su “Lo stacco ed il restauro dei dipinti murali (XVII sec.) nella chiesa di Sant’Agostino a Cagliari”; Giorgio Auneddu Mossa (Accademia di Belle Arti di Sassari) su “Botteghe e Accademie: importanza del cartone da Gaudenzio a Delitala”; e Claudio Gamba (Accademia di Belle Arti di Sassari) su “Morte e rinascita delle tecniche nel futuro delle Accademie”.

A seguire è in programma una tavola rotonda, prima della chiusura dei lavori prevista per le 19.00.

Si tratta della prima volta in assoluto che un evento come la “Giornata Europea del Patrimonio” viene organizzato in un’ Accademia di Belle Arti in Italia in un incontro scientifico di alto livello per scoprire e riscoprire l’arte della Sardegna del passato.

Commenta

Commenti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*