Tempio Pausania, Calici di Stelle 2018, così si promuove un prodotto e un territorio. Riuscita e partecipata manifestazione al Chiostro degli Scolopi.

foto galluranews

Tempio Pausania, 11 ago. 2018-

Chiostro dell’ex Convento degli Scolopi, 10 agosto 2018.

Piazza del Carmine

Notte di Vino, Notte di Stelle, Calici di Stelle 2018 alla sua 24^ edizione, organizzata da Onav Gallura col patrocinio del Comune di Tempio, ha registrato forse la sua massima riuscita. Erano davvero tantissime le persone, 10 le cantine presenti e anche la formula di disporre dei tavoli per poter mangiare da seduti, si è rivelata azzeccata. Una serata che vibra delle emozioni delle stelle cadenti ma che in questa notte ha anche la piacevole scoperta di grandi preziosità della nostra Gallura, ricca anche di eccellenze enologiche, invidiate nel mondo. Questo è uno dei modi di valorizzare la nostra terra, concreto, con un prodotto leader della nostra economia che funge da traino per un evento che è raffinato nella organizzazione e efficace come non mai nella sua riuscita. Entrare e muoversi all’interno delle 10 cantine presenti per degustare i vini offerti, è stata un’impresa, tantissima la gente e anche la gioia che ho letto in tutti per l’evento estivo atteso dagli appassionati degustatori e dai numerosi turisti che hanno apprezzato l’occasione e la formula proposta. La musica “d’autore” di Roberto Acciaro e Massimo Debidda, ha allietato la serata vestendola di giuste atmosfere e ne è stata una splendida cornice.

Felice Immacolata Serra, responsabile ONAV, ascoltata nel rumore assordante della festa, che esprime anche il suo ringraziamento ai collaboratori  che hanno fatto di tutto, e ci sono riusciti, per dare ancora una volta una prova della grande abilità nella organizzazione di un evento di valorizzazione di un prodotto ottimo e di un territorio che da esso acquisisce una parte importante della sua notorietà.

Immacolata Serra al lavoro

Bravi tutti e, come ha detto Immacolata alla fine della intervista, “A un alt’annu meddu”, frase bene augurante che nasce proprio alla fine della vendemmia, quando l’ultimo grappolo viene tagliato dal ceppo e prima ancora che si sappia quanto vino si è prodotto.

Bevete sempre con moderazione, parola di astemio che ama il vino per quanto rappresenta nell’economia di questa terra.

Antonio Masoni

Commenta

Commenti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.