Tempio Pausania, La terza volta che Paolo Muzzetto protesta davanti al tribunale. “Chiedo aiuto, non posso abitare la mia casa”

foto galluranews

Tempio Pausania, 11 set. 2017-

Paolo Muzzetto,  68enne pensionato olbiese, muratore, ha nuovamente protestato pacificamente davanti al tribunale di Tempio. Come le due precedenti occasioni, espone dei cartelli che riassumono il suo caso, derivato, così come tanti altri analoghi, dalla tragedia del 18 novembre 2013, quasi 4 anni fa. Muzzetto possiede due abitazioni a Olbia, entrambe danneggiate in maniera importante dall’alluvione. Occorrono soldi e lui non li ha, ci vorrebbero 120.000 circa per rimettere in sesto la sua casa.

La prima volta che lo ascoltai fu il 25 novembre del 2016 (link)   e questo è il video della breve intervista che gli feci:

Successivamente lo avevo rivisto sempre dinanzi al Tribunale lo scorso 26 luglio  e questo è il link di questo ennesimo racconto della sua disavventura (link). 

Oggi, 11 settembre Paolo Muzzetto era ancora davanti al Palazzo di Giustizia a richiedere ascolto e aiuto. Sono 4 anni che vive dentro una macchina e, questo che sta per arrivare, sarà il 5° Natale che dovrà passare in una autovettura. Pazzesco, assurdo, ingiusto e soprattutto terribile.

Lo stesso spazio, le stesse scritte, a testimoniare il tempo che si è fermato a quel giorno di 4 anni fa e che sta passando sulla sua faccia come uno sferzante destino beffardo, lo stesso che ha mietuto vittime che attendono ancora il processo e le sue sentenze definitive. In questi giorni, si susseguono udienze e il P.M. ha anche emesso le sue decisioni che sono dibattute dall’accusa e dalla controparte dei legali del Comune. Una delle scritte riportava il ringraziamento alla gente di Tempio che Muzzetto dice essere solidale con lui. Come potrebbe essere il contrario? Coraggio Signor Muzzetto, siamo tutti con lei.

Intanto, come per le morti di Monte Pino, quelle di Arzachena, le altre di Olbia e degli altri centri della Sardegna colpite da Cleopatra, nulla si è deciso ancora. La giustizia, si dice, chiede il suo tempo. Quel tempo che Paolo Muzzetto non ha più. 

Antonio Masoni

Le foto di oggi che ci ha inviato un lettore che ringrazio di cuore.

Commenta

Commenti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*