Tempio Pausania, Precisazioni e istruzioni per l’uso.

google immagini

Tempio Pausania, 8 ago. 2017-

Come più volte ribadito, lo riscrivo affinché possa essere meglio chiarito il mio modo di intendere la comunicazione web.

Fermo restando che qualsiasi critica, positiva o negativa, l’ho sempre accolta, non ritengo giusto che qualche persona insista a dileggiare deridere e offendere quel che faccio. La mia scarsa, se non nulla, partecipazione ai social in quanto tali, non per forza è un atto di mancanza di rispetto nei confronti dei lettori. I social a me servono per amplificare la voce del blog che, piaccia o non piaccia, è sempre stato a disposizione della comunità, di qualsiasi colore o appartenenza. Puntuali come pugnali, giungono però non critiche ma esclusive invettive, cariche di odio e rancore verso di me. L’ho scritto e lo ripeto, non mi tange la cosa, resta un vostro problema. Io ho manifestato il mio distacco da quel mondo dove ero caduto e nel quale volentieri lascio chi ancora crede di disporre di una tale forza persuasiva quando vi scrive, da sentirsi forte e inattaccabile.

Giusto sentirsi forti, meno giusto continuare a sentirsi tali sulle possibili sofferenze di altri. Non le mie, sia chiaro, che io sono vaccinato quando ancora i vaccini non erano obbligatori e la mamma della Lorenzin aveva le scarpette misura 27, ma di altri, di tanti, forse troppi, individui che manifestano odio viscerale l’uno contro l’altro senza tregua, sino alla fine. Ne resterà solo uno? Ehhh, che drammatici che siete, qualsiasi sia l’esito della battaglia, avrete perso tutti. Ha perso la credibilità, il senso del rispetto verso il prossimo, della misura, del buon senso e l’avversione carica di invidia e rancori ostinati sarà la sola che trionferà su tutto. 

Le soluzioni le avete tutte:

a) Non leggere e non commentare;

b) Il caldo eccessivo può far del male, state all’ombra;

c) Scherzare e pensare alla salute che è assai meglio!;

d) Non prendere farmaci di troppo che già vi basta quanto state male;

e) Aria condizionata a manetta per evitare ulteriori disidratazioni che fanno venire le allucinazioni.

Per tutto il resto, il mare è a 30 Km, fatevi un bagno e vivete l’estate migliore che potete che l’inverno è già arrivato sulle vostre anime, sconquassate e provate da questa lunga estate torrida. Dai che domani entra il maestrale e ci rinfreschiamo un pochetto. 

Antonio Masoni

 

Commenta

Commenti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*