Tempio Pausania, Un gesto di grande sensibilità: AMSPO Calangianus depone un mazzo di fiori ai caduti di Curragghja.

da sin. Bastiano Sassu, Massimo Taddei presidente AMSPO, Pio Columbano, padre dell'indimenticabile Domenico, Columbano, nonché dirigente AMSPO, e Mario Pinna, rappresentante vigile del fuoco ciclista.

Tempio Pausania, 4 set. 2018-

Mai ci stancheremo di ricordare quanto il ruolo dello sport non sia solo legato alla disciplina agonistica che si svolge o per la quale si ha passione, ma il suo fondamentale scopo sociale. Così, ancora una volta ci si ritrova a raccontare un bel gesto degli amici dell’AMSPO di Calangianus che praticano il ciclismo. Il fine sociale dello sport sta racchiuso anche in un gesto come questo che, a distanza di 35 anni da quella tragedia indimenticabile per tutti, ha voluto rendere omaggio alle vittime del 28 luglio 1983, con la sensibilità che accomuna chi pratica una qualunque attività sportiva.

Un bel momento che gli amici calangianesi hanno sentito come un dovere, un segno che possono cambiare tante cose nella vita ma non cambierà mai il sentimento di vicinanza di due centri che solo nel momento agonistico sono giustamente divisi ma si uniscono nel ricordo e nella memoria.

Complimenti all’AMSPO e al consigliere comunale di Tempio  Sergio Pala che ha accompagnato la delegazione per questa piccola ma emozionante cerimonia.

Antonio Masoni

Commenta

Commenti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.