Vandalismo, Droghe, Inciviltà e dintorni, la città e i suoi problemi di sempre.

Vandalismo

Notizia di giovedì 21 marzo.

Solito vandalismo fine a se stesso. Presi di mira i lavori fotografici esposti nel centro della città, nel periodo di Carnevale.

Pannelli con immagini storiche del carnevale, divelti e lasciati lì. Oltraggiati nella memoria, come qualsiasi preziosità che per taluni rappresenta solo sfogo e distruzione. E’ già accaduto in precedenza, accadrà ancora.

E’ il pane quotidiano di balordi per i quali mi chiedo sempre ” Ma le famiglie?”. Ma si rischia di essere tacciati di moralismo be di scarsa sensibilità verso chi delinque. Tanto sanno che nessuno farà mai nulla e una denuncia in più è semmai un fregio di cui essere fieri.

Per la cronaca, ieri il pannello è stato riparato ed è tornato al suo posto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ritrovamenti inquietanti

Parco delle Rimembranze.

Giovedì vengono recuperati da alcuni operatori di Ambiente Italia, siringhe e scatole vuote di metadone. Il Parco è luogo stupendo ma spesso è  preda anch’esso di azioni deturpatrici, vandaliche.

Tutte nel casellario della memoria che per troppi rappresenta una news, in realtà è deja vu storico.

Le confezioni vengono distrutte, si informa la polizia locale, non si conosce altro.

foto radio tele gallura web

 

 

Inciviltà

Gli esempi di azioni incivili si sprecano, ogni giorno sarebbero da documentare ma sappiamo che servirebbe a poco.

Le cattive abitudini del considerare una enorme pattumiera a cielo aperto qualsiasi spazio, sia esso pubblico o privato, rafforza il mai tramontato principio della famosa mamma degli idioti, sempre gravida e prolifica.

Questa foto è di due giorni fa ma poco cambia se ci passate oggi o se lo fate nei prossimi giorni. Sarà sempre così. Siamo all’inizio di Via Giovanni XXIII, la strada panoramica. Rifiuti ammassati, senza il mastello e lasciati alla mercé di gatti e cani. Si conoscono gli autori.

 

….e dintorni

Vecchio caseggiato di Piazza Delle Libertà.

Caseggiato scuole elementari di Tempio – foto galluranews

I genitori degli alunni con una lettera aperta denunciano al dirigente del Vecchio Caseggiato scolastico, scarsa igiene nelle aule e chiedono “che si ponga fine a questa vergogna attuando una pulizia radicale e continua”.

“Scriviamo, si legge nella lettera, come rappresentanti delle classi 1A, 1B, 1C e 3C per significarle la scarsa igiene di diverse aule, dei corridoi e dell’aula adibita a palestra. Le lamentele sono suffragate oltre che dalle lamentele quotidiane anche da un episodio verificatosi durante la recente Consultazione elettorale, quando due componenti dei seggi sono stati costretti a ricorrere ad antistaminici perché allergici ad acari e  polveri”.

Vandalismo, Droga, Decoro poco urbano, inciviltà, i problemi di sempre in una città che corre senza muoversi. Le colpe? Non sempre di chi amministra. 

 

administrator

    Related Articles